Inclusione alunni stranieri

Inclusione alunni stranieri

Diffondere diritti, doveri, opportunità per studiare
E’ importante spiegare in modo chiaro al genitore immigrato con figli in età scolare, soprattutto se è arrivato da poco (ricongiungimento familiare):
– il minore ha diritto alla scuola, anche se non è in regola
– il genitore ha il dovere di iscriverlo a scuola e farlo frequentare regolarmente
– il genitore potrebbe incorrere in sanzioni, se suo figlio o sua figlia non frequenta la scuola
– il sistema scolastico ha il dovere di iscriverlo, in qualunque momento dell’anno
– la scuola pubblica prevede varie agevolazioni economiche per servizi scolastici, quali mensa e libri. E’ importante portare in segreteria documento ISEE (chiedi Comune o CAF).
Segnalare alle famiglie i corsi gratuiti di italiano nel Lazio (www.scuolemigrati.org)   

L’iscrizione a scuola
La circolare 23 luglio 2020 dell’Ufficio Scolastico Regionale Lazio ai dirigenti scolastici chiarisce le norme che regolano l’iscrizione di un alunno straniero:
– l’iscrizione è dovuta in qualsiasi momento dell’anno
– al genitore sprovvisto di codice fiscale va dato un codice provvisorio (in attesa del definitivo)
– l’alunno privo di documentazione e irregolare viene iscritto con riserva
– l’iscritto con riserva può conseguire titoli di istruzione al termine di ogni ciclo (compreso un diploma superiore)
– l’alunno che non conosce l’italiano va iscritto nella classe corrispondente all’età. Quando viene iscritto, un colloquio in lingua madre con mediatore aiuta a formulare il PDP (piano didattico personalizzato). Detto da un ragazzo: “sono più intelligente e preparato, se parlo la mia lingua …”.
– in via eccezionale dopo il colloquio il collegio docente può proporre la classe indietro o più avanti. 

Risorse per la scuola, l’alunno e le famiglie
Scuolemigranti può fornire alla scuola nominativi di mediatori culturali esperti nel dialogo con le famiglie e traduttori di documenti, messaggi, istruzioni di accesso alla piattaforma, pagine del sito.
Per l’inserimento di un neo alunno, la scuola può contare su molteplici risorse delle associazioni:
– laboratorio di italiano per l’alunno, attivabile in corso d’anno e in estate
– sostegno allo studio, doposcuola, centri di aggregazione multiculturali
– sportello per genitori, gruppi di mutuo aiuto, corso di italiano, competenze digitali per l’utilizzo della piattaforma digitale della scuola

Cosa fare quando l’iscrizione non riesce
L’istituto scolastico può negare l’iscrizione, se le classi sono piene. Per convincere ad accogliere il neo arrivato, è importante dire alla scuola quali sostegni possiamo dare a genitori e alunno (vedi sopra). Alternative da evitare:
– inserimento in lista d’attesa: allontana e resta incerto l’inizio della scuola per il neo alunno
– iscrizione in una scuola molto distante, non raggiungibile con mezzi pubblici

Se il genitore non riesce a contattare la scuola, riceve diniego o una proposta inaccettabile invia subito mail: nome della scuola, genitore, studente, eventuale volontario, recapiti cell a rocco.pinneri.istruzione.it  p.c. usp.rm@istruzione.it   drla.ufficio3@istruzione.it  info@scuolemigranti.org