Accoglienza

Accoglienza

Linee guida per l’accoglienza nuovi iscritti nel corso di italiano
Le procedure qui suggerite sono in gran parte seguite dalle scuole di italiano, tuttavia Scuolemigranti continua a crescere, si arricchisce di nuove associazioni e nuovi volontari, perciò è utile formalizzare un comune approccio con gli immigrati che si iscrivono alle scuole di italiano. Le associazioni aderenti alla Rete si impegnano a fornire le Linee Guida a tutti gli insegnanti volontari, vecchi e nuovi. Si tratta di
– decisioni già condivise in assemblea (vedi scuola gratuita e aperta a immigrati irregolari)
– riflessioni in corso sulla formazione del gruppo classe (vedi livelli QCER , spostamenti in corso d’anno)
– opportunità costruite negli anni dalla Rete (vedi l’elenco degli sportelli, la didattica outdoor delle passeggiate didattiche, le intese con CPIA e CEDIS, Scheda Osservatorio), un patrimonio non pienamente conosciuto da tutte le nostre scuole di italiano.

Cosa chiedere nel primo colloquio

Fotografia dei documenti può servire per registrare in modo corretto dati anagrafici e permesso. E’ indispensabile per la visita didattica al Palazzo Quirinale.

Iscrizione all’associazione. Poiché il corso è gratuito, il costo per diventare soci va motivato. La tessera associativa legata a servizi a pagamento (CAF, consulenza legale, ecc.) in ogni caso deve essere facoltativa.

Come valutare le competenze di lingua italiana

Quanta formazione ha ricevuto il migrante

Come usare la piattaforma dell’associazione e registrare gli iscritti