Cosa facciamo

Ogni associazione aderente a Scuolemigranti sviluppa le attività sulla base della propria missione, delle risorse di cui dispone, dei legami col territorio costruiti nel tempo. Complessivamente l’offerta delle associazioni in Rete si rivolge a immigrati adulti e minori.

ADULTI

L’insegnamento rivolto agli adulti generalmente dà vita a scuole strutturate, che operano tutto l’anno a cicli ricorrenti, alcune anche nei mesi estivi. La sede spesso coincide con quella dell’associazione. La mappa in homepage aggiorna in tempo reale i corsi aperti a Roma e nel Lazio: in arancione le scuole gestite da aderenti alla Rete, in blu i corsi gestiti da CPIA (Centri Provinciali Istruzione Adulti).

L’accoglienza nelle scuole di italiano incoraggia anche persone analfabete a partecipare e cerca di adattare gli orari aalle esigenze specifiche (lavoratori, casalinghe, ecc.). Ci sono corsi di vario livello, dal livello base per principianti, a livello A1, A2 richiesto per i documenti di soggiorno a livelli più alti, spendibili nelle professioni e nei corsi per ottenere certificati di conoscenza dell’italiano (CELI, ecc.). I corsi includono elementi di educazione civica e altre attività finalizzate a facilitare l’accesso ai servizi del territorio.

Le associazioni organizzano attività sociali e sportive, laboratori teatrali, cineforum, concerti, corsi di musica e danza, tornei e passeggiate per sviluppare la creatività e coltivare le relazioni tra immigrati e popolazione locale

BAMBINI E RAGAZZI

Il sostegno linguistico a bambini e ragazzi stranieri si svolge con laboratori per piccoli gruppi e anche per un solo allievo. Il sostegno linguistico viene organizzato su richiesta dei dirigenti degli istituti scolastici, secondo necessità individuate di volta in volta e concordato coi docenti, che individuano quali alunni, tra quelli non italofoni, richiedono un aiuto mirato. Particolare attenzione viene dedicata agli alunni neo-arrivati, piccoli migranti che si siedono nei banchi di scuola senza capire e comunicare.

Alcune associazioni gestiscono dei doposcuola  aperti tutti i giorni per molte ore, che diventano un punto di riferimento stabile per gli adolescenti nella ricerca della propria identità.  L’insegnamento della lingua si abbina alla decodifica dei testi scolastici e lo studio disciplinare, ma è importante soprattutto rinforzare l’interesse per lo studio. Tra le attività pomeridiane ci sono i centri di aggregazione giovanile con attività ludiche e artistiche.     

Alcune associazioni accompagnano l’inserimento scolastico con servizi di mediazione che agevolano la famiglia nei rapporti con la scuola. Attorno all’apprendimento linguistico fioriscono pratiche di educazione interculturale con tutta la classe.

L’insegnamento di italiano rivolto a minori non accompagnati viene organizzato su richiesta delle comunità di accoglienza. Gli alunni sono spesso più prossimi all’età adulta che all’infanzia e l’interesse per la formazione dipende dalle prospettive esitenziali di vita di ciascuno.

In home page si trova una descrizione di massima dei progetti rivolti a bambini e ragazzi