Insegnanti

Insegnanti

Insegnanti volontari. Scuolemigranti attiva ogni anno 800 – 1.000 persone, che in gran parte svolgono l‘insegnamento della lingua su base volontaria. Un’esperienza intergenerazionale dove si mescolano tirocinanti universitari, studenti o diplomati Ditals che vogliono specializzarsi, insegnanti in pensione, persone con curriculum professionale vario interessate a fare volontariato con/per migranti. Un mix di motivazioni e competenze che può risultare prezioso per le associazioni, ma richiede una gestione accorta delle risorse umane. Gli “autodidatti” con lunga esperienza sul campo costituiscono il  perno su cui innestare il passaggio di competenze ai nuovi volontari, l’affiancamento dei tirocinanti, la gestione delle riunioni di equipe.

La Rete è impegnata nella crescita di un volontariato esperto per migliorare progressivamente la didattica della lingua nei due rami, adulti e bambini. Il piano di aggiornamento si avvale di formatori interni e di agenzie esterne, specializzate nella materia. Elenco della formazione 2009 – 2018

Auto-formazione. Alcuni insegnanti volontari, oltre alla didattica della lingua, sono diventati formatori esperti su alcuni temi:
– Gruppo Alfa cura l’aggiornamento di volontari alle prese di migranti privi di istruzione
– Gruppo Quirinale forma i volontari che nel ruolo di accompagnatori e guide alla visita del Palazzo
– Gruppo Educazione civica sviluppa percorsi didattici per l’educazione alla cittadinanza

Altre risorse interne alla Rete insegnano a migranti adulti e bambini e offrono formazione formatori:
Cemea del Mezzogiorno lavora soprattutto con bambini e ragazzi e svolge seminari sull’educazione cooperativa
CEDIS, insegna a migranti adulti e forma volontari delle associazioni nella funzione di “osservatori/valutatori” di esami Celi (tramite convenzione).
– per conseguire il diploma Ditals e similari i volontari della Rete godono di agevolazioni nei corsi di Apriti Sesamo e Torre di Babele.

Agenzie esterne. In generale, la nostra esperienza suggerisce che la formazione affidata ad agenzie e formatori esterni raggiunge buoni risultati dopo un tempo di rodaggio, necessario per affinare l’adeguamento degli approcci teorici alle competenze acquisite sul campo. Tra le agenzie formative che svolgono formazione per volontari vi sono: Creifos Università Roma Tre, Cedis e Università di Perugia, Giscel e Università La Sapienza, MCE-SIF.

La Rete dal 2015 collabora con due associazioni senza fini di lucro che raggruppano insegnanti della scuola pubblica:
– Cidi, Centro di iniziativa insegnanti democratici specializzata nella didattica in ogni ambito disciplinare www.cidi.it
– Lend, Lingua e nuova didattica è dedicata a insegnanti di lingua italiana e lingue straniere che si ispirano ai principi della diversificazione linguistica e dell’intercultura www.lend.it

Nel 2017-2018 la Rete ha creato un network di agenzie e formatori specializzati nella alfabetizzazione degli adulti.

La formazione congiunta per docenti delle scuole e volontari della Rete è finalizzata a consolidare le intese tra “due mondi”, scuola e associazioni, valorizzare differenze e condividere alcune responsabilità educative. In questo risulta centrale la collaborazione con Creifos, Dipartimento di Scienze della Formazione Università Roma Tre (www.creifos.org ).

Orizzonti immigrazione. Scuolemigranti organizza seminari tematici aperti a tutti:
– Generazioni migranti e ricadute nelle capacità di apprendimento, 23 gennaio 2015, Francine Rosenbaum
Quale formazione per richiedenti asilo, 7 marzo 2016
Sentimenti religiosi dei migranti, 14 aprile 2016
– Diritto all’istruzione e formazione dei migranti, 7 novembre 2016
Islam e noi, 7-15 marzo 2017
Lingua, professionalità, lavoro, 21 marzo 2018
Legge Sicurezza, 10 dicembre 2018

Per la formazione dei formatori, Graziella Favaro offre una riflessione su “L’italiano di prossimità. La formazione linguistica nel tempo della pluralità”, con 8 proposte per la lingua dell’integrazione.