Insegnanti

Insegnanti

Nelle associazioni di Scuolemigranti sono attive 800 e più persone che, in gran parte svolgono come volontari l‘insegnamento della lingua. Sono giovani universitari, impegnati nello studio e/o in cerca di lavoro, studenti o diplomati Ditals che vogliono specializzarsi, insegnanti in pensione. Gli “autodidatti” con lunga esperienza sul campo, vengono considerati dalle associazioni come la risorsa perno su cui innestare il passaggio di competenze ai nuovi volontari, affiancamento dei tirocinanti, riunioni di equipe.

Il piano di formazione della Rete si concentra su alcune criticità che emergono nel monitoraggio di anno in anno (link a report Formazione con elenco giornate). La formazione è curata in parte da formatori attivi nelle associazioni, in parte affidata ad agenzie esterne, specializzate nella materia.

Auto-formazione
Il limite dei formatori interni è soprattutto la mancanza di tempo. Una criticità emersa nel ciclo di seminari sulla “Semplificazione dei testi scolastici” svolto con formatori interni, che si è avvalso solo alla fine della docenza di Manuela Piemontese, Università La Sapienza di Roma. Nella Rete funzionano alcuni insegnanti volontari esperti, che collaborano al piano formativo per la Rete, in sinergia con esperti esterni: Gruppo Alfa che cura l’aggiornamento di volontari alle prese di migranti privi di istruzione e Gruppo Quirinale e Passeggiate didattiche che forma i volontari della Rete che si offrono nel ruolo di accompagnatori e guide.

Esperti di formazione
La formazione curata da esperti esterni richiede un tempo di rodaggio, per affinare la sintonia tra approcci teorici e competenze acquisite sul campo. Un buon esempio è dato dal lavoro congiunto di Lend e CIDI, insieme ad alcuni formatori della Rete, che di anno in anno, va migliorando l’offerta formativa. La formazione di MCE per i volontari della Tuscia ha lasciato una traccia importante (link programma), come pure il seminario a Latina sul Toolkit per rifugiati (link al programma).

La formazione congiunta, per docenti della scuola pubblica e insegnanti volontari della Rete che vogliono collaborare, risulta preziosa per consolidare sinergie tra “due mondi”, scuola e associazioni, per valorizzare le differenze e condividere alcune responsabilità educative. In questo risulta centrale la collaborazione con Creifos, Dipartimento di Scienze della Formazione Università Roma Tre.

In convenzione con CEDIS, le associazioni stanno dotandosi di volontari formati nella funzione di “osservatori/valutatori” di esami Celi.

Per conseguire il diploma Ditals e similari, i volontari possono infine avvalersi di agevolazioni con alcuni partner della Rete.

Educazione civica
Come affrontano questa materia gli insegnanti della Rete? Quali contenuti ritengono essenziali per chi viene da altre tradizioni, culture, paesi e stati nazionali? Come veicolare conoscenze, valori, esperienze utili a nuovi futuri cittadini? Mentre per le scuole abbondano materiali didattici, per gli adulti è più difficile trovare punti di riferimento, modelli sperimentati di educazione civile”. Scuolemigranti sta cercando buone pratiche, se le conosci segnala a info@scuolemigranti.it    

Orizzonti immigrazione
Gli incontri culturali di Scuolemigranti, rivolti a tutti i volontari e aperti a persone interessate al tema che di volta in volta viene proposto, hanno un carattere formativo nel guidare il confronto tra esperti della materia e chi opera personalmente con migranti. Alcuni temi (link):
Quale formazione per richiedenti asilo
Generazioni migranti e ricadute nelle capacità di apprendimento
Islam e noi, 2 seminari
Diritto allo studio nel sistema di istruzione e formazione e migranti
Lingua, professionalità, lavoro
Decreto sicurezza