Passeggiate

Passeggiate

Cultura civile e passeggiate didattiche
Le passeggiate didattiche rientrano nel programma di educazione civica e cultura italiana, offerte a titolo gratuito. Finalità: aprire gli allievi alla conoscenza della città, orientarli nei servizi di base, ridurre il tasso di abbandono del corso. Passeggiate nelle ville storiche e piazze famose, incontri con servizi di quartiere, uffici municipali, Asl, centri per l’impiego.

Fuori classe
Le attività in esterno servono ad ampliare il lessico esponendo gli allievi a stimoli culturali nuovi, aprire gli allievi alla conoscenza della città e del territorio, orientarli nei servizi di base, stimolare il piacere per l’arte, la natura. Ingrediente indispensabile è divertirsi, gustare, ammirare. Le nostre scuole di italiano sono creative nell’organizzare gite, pic nic nei parchi, visite archeologiche e molto altro, occasioni per amalgamare gli allievi, fare gruppo e così ridurre il tasso di abbandono del corso.

Concetti e parole
Scuolemigranti predispone moduli didattici per gli insegnanti che guidano le attività fuori classe: parole chiave che rimandano a tutte le diverse culture e a esperienze di vita, percorsi sperimentati, glossario con parole di uso comune e concetti astratti, dimensione temporale e spaziale. I moduli sono testati in piccoli gruppi, verificati tramite laboratori didattici per formatori, in gruppi più ampi. Gli insegnanti volontari sono incoraggiati a organizzare una passeggiata adattandola ai propri allievi (livello di italiano, provenienza geografica).

Istituzioni e storia repubblicana
Palazzo Quirinale
Palazzi dello Stato
Unità d’Italia

Comune di Formia
Municipio URP modulo in costruzione

Arte
Palazzo delle Esposizioni
Palazzo Merulana modulo in costruzione

Parco degli acquedotti

Guide Invisibili

Gruppo classe e gruppo passeggiata
Molto importante è la preparazione in aula ex-ante, rivolta a tutta la classe, con la descrizione del percorso, dei contenuti salienti (oggetti, concetti, glossario). Questo momento collettivo serve da un lato a motivare tutti gli allievi a iscriversi alla passeggiata, dall’altro a sviluppare i contenuti come parte integrante del programma di italiano. Le passeggiate infatti sono selettive, raramente riescono a coinvolgere l’intero gruppo classe.

Dopo la passeggiata, è importante che in classe ci sia una restituzione svolta dagli allievi stessi che hanno usufruito dell’esperienza. Così l’insegnante può verificare l’apprendimento, in che misura concetti e lessico sono utilizzati nel racconto dei protagonisti e rinforzarli a benefico di tutti gli allievi.

Invito se organizzi passeggiate didattiche, manda notizie, foto a info@scuolemigranti.org