Quirinale

Quirinale

Cultura civile e passeggiate didattiche
Le passeggiate didattiche rientrano nel programma di educazione civica e cultura italiana, offerte a titolo gratuito. Finalità: aprire gli allievi alla conoscenza della città, orientarli nei servizi di base, ridurre il tasso di abbandono del corso. Passeggiate nelle ville storiche e piazze famose,  incontri con servizi di quartiere, uffici municipali, Asl, centri per l’impiego.

Nella primavera 2016 il Gruppo “Passeggiate didattiche”, coordinato da Renato De Luca, ha sperimentato un giro attorno alle istituzioni repubblicane: appuntamento sul colle del Quirinale, dove si affacciano la “casa del Presidente” e la Consulta, sede della Corte Costituzionale, visita dentro il Quirinale, poi discesa a piazza Colonna dove si vede la sede del governo e del Parlamento, per finire alla sede del Senato. In poco più di due ore vengono spiegati ai migranti i cardini delle istituzioni repubblicane e il principio dell’equilibrio dei poteri su cui si regge la nostra democrazia. Abbiamo ripetuto questa passeggiata quattro volte, per una ottantina di allievi. Ma le spiegazioni nel palazzo Quirinale fornite dai volontari del Touring non potevano risultare comprensibili ai migranti che stavano imparando i primi rudimenti dell’italiano. Tuttavia la visita sortì grande effetto. Un allievo: “forse, non c’è niente di simile in tutto il continente africano”. Non solo. Riscontrammo che gli allievi avevano colto il messaggio democratico delle ultime due sale, dove sono esposti il testo originale della costituzione, le foto dei 12 presidenti, i manifesti del 1946 per diritto di voto alle donne. Al termine della passeggiata, si intrecciò un dialogo sulle forme di governo dei rispettivi paesi, discutendo di democrazia. Da qui è nata l’idea di costruire un percorso didattico, guidato da insegnanti della Rete, basato su un lessico elementare e sugli interessi propri di soggetti provenienti da altre culture.

L’Ufficio di Presidenza della Repubblica ha concordato con Scuolemigranti:

Contenuti di educazione civica fondamentali:
– Monarchia e Repubblica
– Il Presidente garante dell’unità nazionale
– Uguaglianza dei cittadini e parità uomo – donna
– Articolo 10: l’Italia accoglie gli stranieri e dà asilo politico
– Diritto e dovere ad almeno 10 anni di scuola

Il progetto Quirinale è interamente basato sul volontariato di Scuolemigranti. 

Metodologia innovativa
Nell’estate del 2016 ha lavorato un gruppo composto da Scuolemigranti, Renato De Luca, Silvio Stoppoloni e Gabriella Zanchetti, e due esperti di storia dell’arte del Quirinale, Marco Lattanzi e Alessandra Ghidoli. Insieme hanno messo a punto una metodologia, supporti didattici e un percorso in 12 tappe, della durata di 80 minuti. Per ogni tappa, il gruppo ha scelto oggetti comuni a tutte le culture, parole semplici da imparare a scuola, qualche termine nuovo per arricchire il lessico di base. Il gruppo ha predisposto materiali di supporto per gli insegnanti volontari da utilizzare in aula, pre visita e verifica ex post.

Dall’autunno 2016 al giugno 2018 sono state organizzate 19 visite al Palazzo, per circa 480 partecipanti. Inoltre le guide coinvolgono nel progetto  tutta la classe, anche chi non partecipa alla visita; questa attività è un moltiplicatore di attenzione ai temi istituzionali. I visitatori inducono un effetto “virale”, diventando essi stessi messaggeri efficaci di quanto appreso nell’esperienza: raccontano in classe, mandano foto a casa, comunicano valori.