Strumenti condivisi

Strumenti condivisi

Scuolemigranti dispone di alcuni strumenti di rilevazione, che costituiscono fonti conoscitive per chiunque sia interessato a fare ricerca in questo campo.

  • profilo delle associazioni di Scuolemigranti: anno di fondazione, status giuridico, tipo d’interventi (corsi per adulti, laboratori di lingua e intercultura con bambini e ragazzi, minori stranieri non accompagnati, altri servizi e attività), anno del primo corso di lingua
  • mappa delle sedi dove nel Lazio si tengono corsi gratuiti di italiano, svolti dalla scuola pubblica per adulti (CPIA) e dalle associazioni della Rete. Aggiornata in tempo reale, questa mappa consente una visione d’insieme dell’offerta pubblica-privata di insegnamento della lingua e della distribuzione territoriale delle opportunità nel Lazio
  • Censimento annuale degli adulti iscritti a corsi di lingua per migranti
  • Censimento periodico delle iniziative con bambini e ragazzi

Per il censimento degli iscritti, uno degli scogli che ha dovuto affrontare l’Osservatorio è il passaggio da diversi strumenti di rilevazione in uso presso le associazioni, a un sistema di registrazione. Unico per tutte le scuole. Un passaggio indispensabile per produrre dati comparabili, che ha impegnato molto tempo e tuttora richiede un lavoro di coordinamento specifico. Non era pensabile imporre alle scuole uno strumento standard di registrazione degli iscritti, pena la mancata trasmissione dei dati al coordinamento.

Punto di partenza. Tutte le associazioni della Rete utilizzano una scheda di iscrizione, un registro delle presenze e quando l’allievo lascia il corso (completato o meno) spesso forniscono un attestato con le ore di formazione usufruite e livello raggiunto nella conoscenza della lingua. Per la formazione delle classi, adottano vari metodi di valutazione del livello di italiano e capacità di apprendimento, dall’osservazione in classe, al colloquio individuale, alla somministrazione di test specifici.

Percorso. Lavorando in piccoli gruppi sono state individuate alcune caratteristiche socio-linguistiche dell’iscritto, ritenute significative sia per impostare il lavoro in classe che, eventualmente per rimodulare l’offerta della scuola, negli anni a venire. Si è riusciti così a enucleare una scheda iscritto, contenente molti campi (somma degli interessi conoscitivi espressi dalle varie associazioni), cinque dei quali altamente raccomandati per l’adesione della scuola al censimento iscritti. I cinque campi sono: sesso, età, nazionalità, anni di istruzione, anni di permanenza in Italia.

Approdo. Per la raccolta dati l’Osservatorio ha creato un sistema informatico unico, a due livelli: database di associazione e database di Rete. L’associazione entra nel proprio database con le proprie credenziali (username e password), ha a disposizione anche campi che identificano il soggetto[1], pertanto deve acquisire dal migrante la liberatoria per l’uso dei dati. Ogni associazione decide quando inserire i dati durante l’anno e come utilizzarli per monitorare l’andamento della scuola. Il database della Rete viene alimentato dagli input delle associazioni, privo di dati identificativi. Per il monitoraggio annuale degli iscritti, la Rete  segue il calendario scolastico 1 settembre – 31 agosto.

[1] nome, cognome, codice fiscale, indirizzo, telefono